Archivi per il mese di: luglio, 2012

pag 116 – Mimesis Ed. 2002 – a cura di Aldo Marroni ISBN 9788884830883

Varie interviste confuse nelle quali chi pone le domande predomina sulle risposte dell’intervistato.  Per quel poco che ho leggiucchiato qua e là, perché alla fine l’ho abbandonato

pag. 495 – Traduzione di Giorgio Amitrano – Einaudi 2007 – ISBN 9788806174347

Alcuni libri di Murakami li ho apprezzati (come Nel segno della pecora o 1Q84) ma questo, come La fine del mondo e il paese delle meraviglie, è troppo noir per i miei gusti. Il fatto è che questo volume mi è arrivato a casa tramite un vecchissimo ring bookcrossing  e alla fine l’ho letto senza molta convinzione.

Quindi per ora un bel punto su Murakami almeno per un po’ … ma forse l’avevo già detto?

pag.159 – Mondadori Strade Blu  2007 – ISBN 9788804567349

Il sottotitolo è “perché l’arte contemporanea è davvero arte” e credevo di trovarci qualche spunto interessante e un po’ obbiettivo sull’argomento.

Mi sbagliavo, perché l’autore comunque sale in cattedra e ci dice il suo punto di vista promuovendo e bocciando alcuni artisti rispetto ad altri e mettendoci il suo punto di vista. A parte questo, che può essere comprensibile e del resto Bonami è un curatore , quello che non mi è piaciuto sono le battute di cui il libro è infarcito e che volevano dare un taglio più spigliato e “alla mano” a tutto il discorso, ma che personalmente mi hanno solo annoiata .

E stringi stringi la risposta alla domanda del sottotitolo è che quello che entra a far parte nell’arte contemporanea ( anzi nel mercato dell’ arte contemporanea ) sta nella novità, nell’essere i primi ad aver proposto la tal idea …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: